Cellulite in gravidanza e allattamento: come si può eliminare?

Ti sei mai chiesta perché viene la cellulite in gravidanza e allattamento? Come si può eliminare?

La buccia d’arancia è forse l’inestetismo più diffuso al mondo. Durante i nove mesi di gestazione questo problema estetico può fare capolino o accentuarsi se è già presente. Tuttavia, non disperare: esistono numerosi rimedi per eliminare la cellulite in gravidanza e allattamento. L’importante è sapere quali scegliere e quali evitare, così da non compromettere il benessere del tuo corpo e del bambino!

Cos’è la cellulite?

La cellulite è una condizione fisiologica in cui la pelle appare introflessa, formando la ormai famosa buccia d’arancia. Si presenta principalmente a livello dell’addome, dei fianchi, dei glutei e delle cosce. Non tutti i medici sono convinti nel definirla una malattia: difficilmente può essere associata a un problema fisico e non sembra essere collegata ad altre patologie. Tuttavia, è certamente un problema estetico che a noi donne non piace mostrare con leggerezza.

In generale, esistono tre grandi categorie di cellulite:

  • Edematosa: se in concomitanza con il raggrinzimento della pelle si presenta un accumulo di liquidi sottocutaneo. Solitamente questo tipo riguarda polpacci, cosce e braccia.
  • Fibrosa: quando la cellulite nasce dopo che il tessuto adiposo sotto la pelle si frammenta in piccoli noduli. È la causa più comune di bucce d’arancia sulle braccia.
  • Sclerotica: se dipende dalla formazione di placche di tessuti che si irrigidiscono vicino i noduli. È una forma dolorosa e spesso associata anche a un’infiammazione sottocutanea.

Le cause non sono ancora totalmente chiare, ma nella comunità scientifica sono un po’ tutti concordi nel dire che a far sviluppare la cellulite sono un insieme di fattori predisponenti legati a:

  • ormoni
  • genetica
  • stile di vita

È quindi più facile che si presenti in donne che fumano o mangiano in maniera poco equilibrata. Dato poi che parte delle cause è da ricollegare agli scombussolamenti ormonali, non è raro che si presenti in concomitanza con il periodo della gravidanza.

La cellulite in gravidanza fa male?

Non è poi così raro che compaia la cellulite in gravidanza e in allattamento, soprattutto se in passato hai già sofferto di questo inestetismo. Seppure le zone più colpite siano le cosce, le caviglie e le braccia, non è da escludere che la buccia d’arancia possa spuntare anche sul seno.

Il fattore di rischio più comune per la sua comparsa in gravidanza è lo squilibrio ormonale. Tuttavia, le donne incinte sono più soggette alla cellulite anche a causa del naturale aumento di peso corporeo e alla ritenzione idrica. Questi fattori mettono a dura prova la resistenza della cute stimolando la rottura del tessuto lipidico sottocutaneo.

Però puoi stare tranquilla, perché la cellulite in gravidanza non è un rischio di salute né per te né per il tuo bambino! La sua comparsa è comune, ma può essere contrastata efficacemente se viene trattata correttamente e per tempo. Non andare nel panico se la buccia d’arancia compare sulla pelle, anche perché in buona parte dei casi sparisce da sola dopo l’allattamento, cioè al termine della rivoluzione ormonale.

Non avere paura della cellulite in allattamento!

Purtroppo la cellulite può presentarsi in allattamento anche se non ne hai sofferto in gravidanza. Tranquilla, anche in questo caso non ci sono rischi per la tua salute o per quella del bambino. Sappi solo che le zone più colpite potrebbero essere seno e addome. Ciò è dovuto all’aumento dell’attività dei dotti mammari e alla variazione del peso corporeo successivo al parto.

Anche se la cellulite post gravidanza non dovesse scomparire da sola, esistono comunque dei trattamenti per liberarsene. Ricorda però di chiedere al medico, perché non tutti i rimedi sono adatti in gravidanza o in allattamento. In alcuni casi potresti dover attendere la fine dell’allattamento prima di iniziare le cure.

Quali rimedi anticellulite devo evitare in gravidanza? E in allattamento?

I trattamenti da evitare in gravidanza per eliminare la cellulite sono tutti quelli che fanno uso di strumenti che emettono pulsazioni e radiazioni o causano contrazioni. Anche le tecniche che modificano la pressione e l’afflusso di sangue al tessuto lipidico sottocutaneo sono inadatte, perché possono modificare il delicato equilibrio del sangue condiviso col bambino.

Per la cellulite in allattamento valgono le stesse regole. Infatti, va ridotto il rischio di alterare la pressione della linfa e dei dotti mammari produttori del latte materno. Bisogna quindi prediligere rimedi che favoriscono la naturale remissione della cellulite e che agiscono sugli aspetti estetici della pelle.

Trattamenti non adatti:

  • Ultrasuoni
  • Radiofrequenza
  • Laser
  • Pressoterapia
  • Carbossiterapia
  • Endosphere
  • Vacuum + radiofrequenza

Fai attenzione! Tutte queste tecniche utilizzano le microvibrazioni o le compressioni e possono compromettere il corretto microcircolo e la pressione sia del sangue sia della linfa. Inoltre, specialmente in gravidanza sono sconsigliati anche i trattamenti anticellulite con i fanghi. Avevo già avuto modo di parlarne in relazione ai trattamenti termali in gravidanza.

Quali rimedi anticellulite sono consigliati in gravidanza e in allattamento?

1. Corretta alimentazione

Il cibo è la nostra prima medicina. Alimentarsi in modo sano, vario e senza esagerare con sale e grassi saturi ci aiuta a corregge gli equilibri del tessuto adiposo. In questo modo puoi ridurre il rischio che si formino le frammentazioni sottocutanee tipiche della cellulite. Tuttavia, una dieta non può essere improvvisata e ti consiglio quindi di parlare con un nutrizionista o con un dietologo qualificato.

2. Impacchi

Applicare degli impacchi aiuta la pelle a drenare l’acqua in eccesso, che si accumula a causa della ritenzione idrica.

3. Bendaggi e calze

Forse le conoscerai già con il nome di calze contenitive, che puoi indossare per evitare il ristagnarsi dei liquidi a livello delle caviglie e delle cosce.

4. Massaggi e automassaggi

Effettuare i corretti movimenti sulla zona interessata dalla cellulite aiuta a ridurre la ritenzione idrica e accelerare il normale processo di guarigione spontanea. Potresti fare delle sedute con un massaggiatore qualificato o utilizzare un apparecchio elettrico per il massaggio adatto alla gravidanza. Infine, non dimenticare il buon vecchio automassaggio fatto con le tue stesse mani. Potresti concederti qualche minuto in più per massaggiare le zone interessate durante la tua beauty routine giornaliera.

Questi rimedi contro la buccia d’arancia in gravidanza e allattamento sono efficaci e sicuri, ma è sempre bene stare attenta e confrontarti con il tuo medico per approfondire la tua specifica condizione. Una volta che il tuo bambino sarà svezzato, allora se sarà necessario potrai anche valutare di fare gli altri trattamenti che per ora ti sono preclusi.

Baci baci,
Sexy Mamma

Mi raccomando, se questo articolo ti è piaciuto, allora aiutami a condividerlo oppure lascia un commento 💖

Ti consiglio anche di leggere:

Le informazioni fornite su questo sito web hanno natura generale e sono pubblicate con uno scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del tuo medico, o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.